Tag Archives: gentrification

Ritorno a Rigaer Strasse 94

Dopo la grande manifestazione del 9 luglio scorso siamo tornati a Rigaer Strasse 94 a Berlino per farci raccontare del clima di resistenza diffusa nel quartiere e in città nelle ultime settimane, in un crescendo di azioni diurne e notturne che ha portato ad un ampio dibattito su più fronti riguardo alle pratiche messe in movimento. Ad oggi due compagni sono ancora detenuti dopo gli ultimi scontri mentre negli ultimi giorni gli abitanti di Rigaer Strasse 94 sono rientrati nei

Berlino: ogni sgombero ha il suo prezzo

Infine è arrivato lo sgombero dell’occupazione di Rigaer Strasse 94 di Berlino e, come annunciata, è divampata la risposta del movimento, di giorno e soprattutto di notte, sulla base del principio: ogni sgombero, un milione di danni. Ne abbiamo parlato con un compagno berlinese d’adozione che inquadra questa situazione a metà strada tra un primo spot elettorale per le incombenti elezioni cittadine e il processo di gentrificazione e normalizzazione della città.   Scarica il podcast

La regola del gioco

  Al confine sud-ovest della città di Milano si trova il quartiere Lorenteggio/Giambellino. Edificato in gran parte in epoca fascista è stato, nell’arco di quasi un secolo, meta della migrazione interna imposta al proletariato meneghino dal potere di turno. Sbiadito il ricordo del tempo in cui banditi e sovversivi lo attraversavano come gente del posto, negli ultimi tre decenni è stato trasformato, come altre periferie milanesi, in discarica sociale dove confinare quella parte di proletariato cacciata dal centro e sempre

Berlino. Niente paura: è solo una lotta contro la gentrificazione

Scandalo a Berlino ! Lo scorso venerdì una cinquantina di incappucciati si palesa in un quartiere bene della città: le vetrine s’infrangono e le macchine di lusso prendono fuoco. Che succede? A fronte di un significativo aumento della pressione contro gli spazi di movimento, nel quadro più generale della gentrificazione della città, e specificamente in risposta a un’aggressione poliziesca ai danni dello spazio occupato di Rigaerstrasse 94, viene nuovamente ripreso un motto di lotta coniato anni fa: per ogni sgombero,

A che ora chiude Venezia ?

Un’improvvisa protesta estiva nel carcere di Santa Maria Maggiore a Venezia è l’occasione di un incontro gravido di conseguenze tra detenuti e solidali . Se da una parte la protesta interna  si fa più vibrante e pian piano si allarga ad altre carceri venete,  per chi sta fuori il fatto che la galera sorga nel bel mezzo della città più turistica del mondo è un’ opportunità di riflessione pratica attorno alle forme quotidiane dell’isolamento e della repressione. In vista del

Milano: sullo sgombero di Casa Brancaleone

Milano, 22 settembre 2015. Nella mattinata viene sgomberata l’occupazione di Casa Brancaleone attiva nel nord della città da poco più di un anno. Insieme a due compagni occupanti ripercorriamo la giornata dello sgombero tra resistenza sul tetto e sgraditi passaggi in questura, ma anche il racconto di un anno di esperienza di lotta, incontri e solidarietà  e, infine, delle valutazioni precise su quanto va accadendo in termini repressivi negli ultimi mesi a Milano Nord-Ovest. AGGIORNAMENTO DI VENERDI’ 25 SETTEMBRE: in

Sotto il grattacielo Intesa San Paolo. Intorno agli arresti del 3 giugno.

Torino, 3 giugno 2014. Centoundici indagati, dodici compagni/e in carcere, cinque arresti domiciliari, quattro obblighi di dimora, quattro divieti di dimora, quattro obblighi di firma. Questi i numeri dell’ennesima operazione repressiva condotta dalla Procura di Torino che, questa volta, prende di mira gli ultimi due anni di lotta contro gli sfratti. Oltre a togliere dalle strade compagni/e che hanno sperimentato insieme ad altri sfruttati la possibilità della resistenza, l’operazione appare complementare alla volontà politico-predatoria di imporre un preciso riassetto urbanistico

Ritorno a Belleville. Trasformazioni urbane e guerra ai poveri

Parigi, Belleville; ovvero di come un quartiere popolare dalla lunga tradizione di rivolta diviene laboratorio in materia di mantenimento dell’ordine e di controllo sociale. Da un compagno del bollettino anarchico Lucioles  (di cui in rete sono disponibili diversi testi tradotti in italiano) ci siamo fatti raccontare alcuni tratti della storia di Belleville, delle contraddizioni sociali che l’attraversano e dell’attività d’agitazione anarchica nel quartiere, anche in relazione a un presidio contro l’occupazione poliziesca svoltosi nel quartiere lo scorso primo marzo. Scarica

Amburgo zona rossa

Amburgo. Inizio 2014. Stato d’eccezione dichiarato in città, alcuni quartieri dichiarati “zone di pericolo” a tempo indeterminato. Un passo indietro. Amburgo. 21 dicembre 2013. Un enorme corteo a difesa di uno storico spazio del movimento cerca di partire dal punto di concentramento e dispiegarsi per la città . La polizia si schiera subito con mezzi corazzati e impedisce di fatto alla manifestazione di prendere il via. Da qui seguono ore e ore di scontri diffusi per le strade. Una stazione

Un italiano sul bosforo

Una rivolta improvvisa. Una partenza altrettanto improvvisa. E così un italiano si trova nel pieno della battaglia di piazza Taksim. Intorno a lui cortei infiniti, barricate monumentali e una coltre di nebbia lacrimogena che neanche sul naviglio d’inverno. Nella sua testimonianza diretta le distanze si accorciano e scopriamo che raccontare Istanbul, in fondo, é raccontare le nostre città, e ascoltare la rivolta possibile che si cela imprevista dietro l’angolo. Scarica il podcast

« Older Entries Recent Entries »