Tag Archives: Spagna

Spagna: la legge del silenzio

Tornato recentemente alla ribalta a causa di alcuni eventi repressivi in Spagna, l’articolo 578 del Codice Penale spagnolo, con la sua liberticida estensione, ovvero la Ley Orgánica de seguridad ciudadana detta Ley Mordaza, è una legge composta da 44 articoli che – con la scusa di una più ampia e maggiore attenzione alla “sicurezza” – può muovere i suoi tentacoli punitivi in mille direzioni oltre a colpire in termini sia detentivi che pecuniari grazie a una sorta di amministrativizzazione della

Cartoline dalla Catalogna

Una giornata surreale con le urne elettorali che circolano clandestine per le città e la polizia che irrompe a martellate nei seggi; un susseguirsi di cariche, tira e molla e capannelli,  che a sera contano diverse centinaia di feriti. Continua così il ballo mascherato attorno all’indipendenza della Catalunya, dove la democrazia inciampa nel grottesco e lo Stato spagnolo ci dona un franco ricordo dei suoi giorni migliori. Due testimonianze raccolte a caldo dalle strade di Barcellona e di Tarragona durante le

Brevi da Barcellona

Nelle convulse ore successive ad uno scontro  impensabile tra differenti livelli istituzionali dello Stato Spagnolo, un compagno di Barcellona ci fornisce alcune prime riflessioni a caldo  sulla situazione e alcuni elementi per cercare di comprendere al meglio quanto va accadendo http://www.radiocane.info/app/uploads/2017/09/godot.mp3Scarica il podcast

Spagna: sul processo a Monica e Francisco

Dopo quasi due anni e mezzo di detenzione preventiva, i giorni tra l’8 e il 10 marzo 2016 si terrrà a Madrid il processo ai danni di Monica Caballero e Francisco Solar, con le accuse di danneggiamento, cospirazione e appartenenza a gruppo criminale con finalità di terrorismo. Un caso, il loro, per molti versi significativo e importante. Se infatti esso ha funzionato in Spagna da apripista per le molteplici operazioni contro gli anarchici spagnoli (a partire dal caso Pandora), dall’altro

“Robin Hood” nelle carceri spagnole: Amadeu Casellas

Amadeu Casellas ha passato più di un quarto di secolo nelle carceri spagnole per aver commesso qualche decina di rapine durante gli anni Settanta e Ottanta. In prigione ha preso parte alla diversificazione delle forme di lotta dei detenuti e a una serie impressionante di scioperi della fame, l’ultimo dei quali – messo in atto per ottenere la revisione delle proprie condanne – vide un’ampia ondata di mobilitazioni e solidarietà in suo favore in Spagna e a livello internazionale. Rilasciato

Amor y rabia. Sull’operazione Pandora (Spagna)

Paese che vai, antiterrorismo che trovi. Il 16 dicembre 2014, a Barcellona e in altre città spagnole, scatta un insieme di perquisizioni ai danni di compagni e compagne del movimento anarchico. Undici persone vengono fermate; per sette di loro viene confermato il carcere preventivo con l’accusa di “terrorismo”. Un resoconto e un’analisi della situazione e della vicenda da parte di una compagna di Barcellona. Qui il conto della cassa di solidarietà e qui gli indirizzi delle compagne e dei compagni

Con un’arma in tasca. Una conversazione con Jean-Marc Rouillan.

  “Quando hai un’arma in tasca, la tua coscienza del conflitto e del livello dello scontro è diversa”. Ancora sottoposto dallo Stato francese all’interdizione di parlare degli episodi per cui fu condannato all’ergastolo, Jean-Marc Rouillan ripercorre alcuni momenti della sua esperienza di rivoluzionario: l’incontro coi rivoluzionari spagnoli a Toulouse e la nascita del MIL, la vicenda del GARI, la formazione di Action Dirècte e, infine, il vendicativo accanimento del sistema penale francese. http://www.radiocane.info/app/uploads/2014/10/parte-prima.mp3Scarica il podcast

Tre giorni a luglio: l’organizzazione della rivoluzione spagnola

Spagna 1936: Guerra e Rivoluzione. Il 19 luglio del 1936 il “levantamiento” di Franco fallisce in tutti quei territori che seppero oppore resistenza ai militari golpisti. In questa intervista Augustin Guillamón, storico catalano, autore del libro I Comitati di difesa della CNT a Barcellona (1933-1938), ci racconta gli eventi che portarono alla rivoluzione spagnola e al suo fallimento. A Barcellona la popolazione in armi riuscirà in soli due giorni a spazzare via i militari e a confinare la polizia nelle

Barcellona: sgomberi e barricate

Barcellona, 27 maggio 2014. Dopo diciassette anni di vita, viene sgomberato e demolito lo spazio occupato Can Vies, nel quartiere Sants. Per tre giorni, nelle strade della città, presidi, manifestazioni, scontri e barricate. Ci siamo fatti raccontare da due compagni di Barcellona come stanno andando le cose.   http://www.radiocane.info/app/uploads/2014/05/CanVies.mp3Scarica il podcast

« Older Entries