Tag Archives: bologna

Il sigillo (che non c’è) sull’Aula C

Bologna, aprile 2015: procura, questura e rettorato decidono di porre fine all’esperienza dell’Aula C, dopo venticinque anni di vita. Un altro passo nel processo di azzeramento di ogni realtà autonoma nelle Università italiane, ma anche un ulteriore tassello nella dinamica di gentrificazione del centro bolognese. http://www.radiocane.info/app/uploads/2015/04/aulaC.mp3Scarica il podcast

La pena del sospetto. Sulla sorveglianza speciale.

La settimana scorsa il Tribunale di Varese ha rigettato la richiesta di sorveglianza speciale nei confronti di un compagno di Saronno. Istanze analoghe (che implicano significative restrizioni della libertà) riguardano alcuni compagni di Torino e di Bologna. Abbiamo chiesto agli avvocati Gabriele Fuga e Ugo Giannangeli di fornirci alcuni ragguagli circa questa “misura preventiva”, vale a dire questa pena senza reato. [display_podcast]   http://www.radiocane.info/app/uploads/2015/02/sorveglianza_speciale.mp3Scarica il podcast

Morire di normalità? Piazza Verdi a Bologna: i fatti e il processo

Si avvia alla conclusione il processo a Bologna per i fatti di Piazza Verdi del 13 ottobre 2007. Due dei compagni imputati per pene che arrivano fino a 7 anni ci riferiscono dei fatti accaduti, del clima dell’epoca e aggiungono riflessioni sui nessi tra polizia, psichiatria e trasformazione delle città. [display_podcast] http://www.radiocane.info/app/uploads/2014/10/export.mp3Scarica il podcast

Operazione Outlaw: il fatto non sussiste

Lunedì 31 marzo 2014. La sentenza di primo grado al processo contro i compagni del Fuoriluogo (con l’accusa dapprima di “associazione a delinquere con finalità eversiva”, ridimensionata poi in “associazione a delinquere” semplice) finisce col confermare il senso dell’inchiesta ai loro danni. Un impianto accusatorio sgangherato, testi che si contraddicono e PM che dànno tutta l’impressione di non crederci per nulla: il tutto per un bieco espediente questurino vòlto a togliere di mezzo per qualche tempo alcuni anarchici dalla città

Sul processo Outlaw a Bologna

“Il Gup Santucci decide di mandare a processo 21 degli imputati, escludendone 6. Le motivazioni sono inquietanti e recitano più o meno così: l’’accusa non ha un fondato supporto ma gli avvocati avranno modo di dimostrarlo nel corso del processo.” (tratto dall’opuscolo – SULL’OPERAZIONE OUTLAW – ) Alla vigilia del processo che vede imputati 21 compagni/e con l’accusa di associazione a delinquere con finalità eversive, insieme ad una compagna di Bologna ripercorriamo insieme alcuni eventi : le attività del Centro