Ascoltaci

Per ascoltare radiocane in streaming durante gli orari di trasmissione (vedi palinsesto) clicca e apri con VLC:

clicca e ascoltaci

 
Portare la valle in città - speciale No Tav -

Del viver bene e del lottare sano. In valle. In città. Ovunque.
Caselli potrà pure cercare l'Uomo d'oro, ma lo troverà in ognuno di
noi.

Un omaggio radiofonico agli arrestati del 26 gennaio e a tutta la lotta No-Tav.

 

Scarica il file audio (tasto destro e salva con nome)

 

Alcuni link per avere ulteriori elementi sulla lotta No Tav

1) Alcuni testi interessanti (in ordine cronologico decrescente):

- Lavanda, ottobre 2011 (di cui è molto probabile un'altra uscita per febbraio 2012)
http://informa-azione.info/e039_uscito_lavanda_note_di_viaggio_contro_il_tav

- Glossarietto No Tav, dicembre 2008 (http://www.informa-azione.info/glossario_no_tav)

- Seconda lettera di Dolcino e Margherita ai valsusini in lotta, agosto 2007
(http://www.informa-azione.info/seconda_lettera_di_dolcino_e_margherita_ai_valsusini_in_lotta_e_ai_loro_sodali)

- Prima lettera di Dolcino e Margherita ai valsusini in lotta, febbraio 2006 (http://guerrasociale.altervista.org/prima_lettera_dolcino_margherita.htm)

2) La lotta No Tav ha vent'anni di storia alle spalle; per saperne di più:
http://www.spintadalbass.org/storia.htm
http://www.notavtorino.org/documenti/breve_storia_tav.htm

3) siti di riferimento
notav.info
notav.eu
spintadalbass.org
notavtorino.org
lavallecheresiste.info
notavliberi.noblogs.org

4) Per le ragioni "tecniche" dell'opposizione al Tav: si veda il documento "150 ragioni No Tav" (reperibile nei siti sopra citati o con un qualsiasi motore di ricerca)

 
Corrispondenze No Tav - Con le mani, con la testa , col cuore. Vol.II

La scarcerazione di molti degli arrestati del 26 gennaio non deve far dimenticare che, a oggi,
ancora quattro compagni sono in galera: Maurizio, Juan, Marcelo e Alessio. E che le altre forme di
limitazione della libertà restano una modalità per istituire distanze tra potenziali complici. Ma non
c'è provvedimento di qualsivoglia magistrato che possa soffocare la determinazione di chi lotta.

scarica il file (tasto destro e salva)

Scarica l'intervista completa a guido

 

lettera di alessio

 
mercenari dello showbiz: un'inchiesta

Si sono, con molta autoironia, chiamati “Mercenari dello ShowBiz”.

Sono stagehand, facchini, rigger, scaff, tecnici luci , un anonimo esercito di lavoratori saliti agli onori della cronaca per le recenti morti “sotto” i grandi palchi dei concerti.

 

Il loro lavoro sostiene materialmente l'economia dell'evento dal vivo. In nero, intermittenti, freelance, in spietata concorrenza tra loro per accedere alla catena di appalti e subappalti che caratterizza questo settore.

 

In questa piccola inchiesta alcuni lavoratori dello spettacolo di Roma entrano nel merito:

come avviene la tosatura del salario per i facchini, come operano le cooperative di lavoro per operai semplici e specializzati, come si crea la concorrenza tra lavoratori, quali sono i reali livelli di sicurezza dopo l'introduzione del Tusl nel 2008 e dopo le recenti morti sui cantieri e infine alcune considerazioni sulle prese di posizione di alcuni artisti a riguardo.

 

ascolta il contributo:


		
		
		
		
		
		

 

scarica il contributo:

 

 
con le mani, con la testa, col cuore vol. 3

Alla vigilia del processo contro i/le notav che inizierà a Torino il 6 luglio, continuiamo la nostra corrispondenza.

In questo caso abbiamo sentito Gabriela, Lorenzo e Marcelo e con loro abbiamo parlato del carcere e dei suoi incontri, della solidarietà e del processo imminente con particolare attenzione anche al documento scritto da alcuni/e imputati/e milanesi a riguardo.

 


		
		
		
		
		
		


scarica il file
 
END:CIV Intervista a Franklin Lopez

“Se la tua terra fosse invasa dagli alieni e questi tagliassero le foreste, avvelenassero l'acqua e l'aria, e contaminassero le nostre risorse di cibo, tu opporresti resistenza?” END:CIV

 

Franklin Lopez, film-maker nato a san Juan in Porto Rico, produttore e realizzatore di END:CIV, documentario sulla civilizzazione industriale e l'avvelenamento del pianeta, è recentemente passato da Milano per proiettare e presentare il suo lavoro . Alcuni abitanti della Villa Vegan hanno con lui realizzato un'intervista che oggi viene resa disponibile sul sito.

Ne approfittiamo per ricordare che Villa Vegan, dopo 14 anni di occupazione, è proprio in questi giorni in pericolo di sgombero. Luogo di crocevia internazionale, da sempre punto di riferimento per chi è di passaggio a Milano, nonché casa e sito resistente presente nelle lotte sociali e di liberazione animale, questo spazio merita una difesa ampia e determinata. Finito l'ascolto dell'intervista, quindi, se siete in zona fatevi un bel giro in Villa. Se invece siete in viaggio, aggiungete una tappa. Milano vista da Villa Vegan ha tutto un altro volto.

 

 

Scarica il file audio (tasto destro e salva con nome)

 
creative commons